music 
in a box

Non serve dire troppo, meglio lasciare più spazio alla magia della musica

Iniziare un nuovo percorso a suono di musica è sempre un’ottima idea. Markus Prieth e Mara Prantl invitano divers* musicist* a partecipare a un concerto e a una chiacchierata al Club (abbiamo solo allargato un po’ la platea…). E niente, tutto qui! Non serve dire troppo, meglio lasciare più spazio alla magia della musica, per decifrarla e recepirla, ciascun* per come la sente!

season 2

01 // Instant Utopia

Recatevi verso l’inizio. Tutti. instant utopia viene descritta da 13 persone che insieme hanno trovato un inizio. Nero, la prospettiva a volo d’uccello, nessun:a  narratore:trice in terza persona, indipendentemente dal fatto che si sia attore:rice musicista o tecnico:a del suono, ognuno è coinvolto allo stesso modo nel tempo che si sussegue e si dilata. Nessuna parte, nessun percorso prestabilito o fine già determinato. Nient’altro che un inizio.

 

Nessuno sa dove ci porterà. 13 artisti:e lavoreranno a questa performance, che si svolgerà in un‘ unico pomeriggio nelle stanze del club ost west est ovest e potrà essere vista senza alcuna post-elaborazione. L’istant utopia, secondo l’ideatore Markus Prieth, rappresenta esattamente ciò che si vede. Non deve essere niente, non è niente, non ha bisogno di applausi, passa semplicemente attraverso qualsiasi valutazione. Difficile descrivere la performance in anticipo, poiché non potrà esserci nient’altro che possibilità nell’immaginabile e scoperte nell’inimmaginabile, così Markus Prieth.

Recatevi verso l’inizio. Tutti.

Guardatevi „instant utopia“ sdraiati sul divano, cominciate dalla metà e poi saltate di 10 secondi in 10 secondi. Oppure guardatevelo all’incontrario, lasciando di tanto in tanto la stanza, senza neanche pubblicare un post su Insta. Guardatevelo senza audio. E poi magari senza video. Da A a B potrebbe risultare incomprensibile. Per voi potrebbe esistere solo A. Lasciatevi trascinare!

season 1

01 // Marcello Fera e il valore di un chiodo

La sua musica ci trasporta dal nostro stesso respiro a un duetto incompiuto, in una fantasia d’amore. Marcello Fera è compositore, direttore d’orchestra, violinista e come primo ospite di questa serie non ci guida solamente ad affinare il nostro udito, ma anche il nostro sguardo sul valore delle cose e dei gesti.

23:58 Min.

02 // Luca Ghinato I andare al sicuro

Dalla formazione progressiv rock Raja, dei profondi anni Novanta, alla musica tradizionale irlandese. Una cosa la possiamo svelare: la colpa è tutta dell’amore e della gioia di donare.

21:59 Min.

03 // Helianth und die kleine Tradition

La studentessa di geografia e vincitrice del concorso UPload ci racconta quanto sia importante, proprio in questo periodo, essere gentili gli uni con gli altri e darsi una mano. Le sue canzoni ci trasportano dalla nostalgia alla speranza, perché dopo ogni mid-november arrivi sempre la primavera.

27:40 Min.

Coordinazione riprese: Daniel Mazza Coordinazione generale/moderazione: Markus Prieth Moderazione: Mara Prantl Camera/luce/montaggio: Daniel Eggert / Samuel Reichert Suono: Mauro Lazzaretto Scenografia: Doris Zelger / Laura Zindaco / Magdalena Vögele Runner: Thomas Kobler

Il tuo sostegno è importante!

La crew di COW, l'est ovest e gli/le artist* ringraziano per il tuo contributo.

OstWestLogo_Krake.png
OstWestLogo_Krake.png